Decreto Cura Italia

(Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18)

Cassa integrazione per tutti

Misure a sostegno del lavoro (più di 10 miliardi a sostegno dei lavoratori e del reddito)

  • Estensione delle misure speciali in tema di ammortizzatori sociali per tutto il territorio nazionale;

  • Norme speciali in materia di riduzione dell’orario di lavoro e di sostegno ai lavoratori.

Per le imprese e professionisti e misure a sostegno del lavoro

Misure a sostegno della liquidità attraverso il sistema bancario tra cui:

  • sospensione prestiti o leasing fino al 30 settembre 2020;

  • fondo di garanzia dello Stato rilasciata in favore di Cassa depositi e prestiti S.p.A. per la concessione di prestiti alle imprese che hanno subito contrazione del fatturato.

Misure fiscali a sostegno della liquidità delle imprese, tra queste segnaliamo:

  • Qualora una società ceda a titolo oneroso, entro il 31 dicembre 2020, crediti pecuniari vantati nei confronti di debitori inadempienti a norma del comma 5, può trasformare in credito d’imposta le attività per imposte anticipate riferite ai seguenti componenti: perdite fiscali non ancora computate in diminuzione del reddito imponibile.

  • Ai fini della trasformazione in credito d’imposta, i componenti di cui al presente comma possono essere considerati per un ammontare massimo non eccedente il 20% del valore nominale dei crediti ceduti.

Sospensione dei versamenti
Per imprese, professionisti, artigiani e commercianti, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo di imposta 2019, sono sospesi i versamenti da autoliquidazione che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020:

  • relativi alle ritenute alla fonte e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che i predetti soggetti operano in qualità di sostituti d'imposta;

  • relativi all’imposta sul valore aggiunto;

  • relativi ai contributi previdenziali e assistenziali, e ai premi per l'assicurazione obbligatoria.


Rinviati tutti al 31 maggio 2020 o in unica soluzione o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.


La sospensione dei versamenti dell’imposta sul valore aggiunto di cui sopra, si applicaa prescindere dal volume dei ricavi o compensi percepiti, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nelle Province di Bergamo, Cremona, Lodi e Piacenza.

Premio per i lavoratori dipendenti
Bonus di 100,00 euro per i lavoratori dipendenti pubblici e privati, con reddito complessivo non superiore a 40.000 euro, che, durante il periodo di emergenza sanitaria COVID 19, hanno continuato e continuino a prestare servizio nella sede di lavoro nel mese di marzo 2020. Il premio è attribuito, in via automatica, dal datore di lavoro, che lo eroga se possibile con la retribuzione relativa al mese di aprile, e comunque entro i termini previsti per le operazioni di conguaglio.


Credito d’imposta per canoni di locazione negozi e botteghe
Viene riconosciuto ai soggetti esercenti attività d’impresa un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione di marzo 2020 di immobili rientranti nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe) al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da corona virus COVID-19. In conformità con le disposizioni contenute negli allegati 1 e 2 del d.P.C.M. dell’11 marzo 2020 (recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza da CoViD-19 sull’intero territorio nazionale), la misura non si applica alle attività che sono state identificate come essenziali, tra cui farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari di prima necessità.


Credito d'imposta sanificazione ambienti di lavoro
Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro. Il credito d'imposta è riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di euro per l'anno 2020.


Attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso sono sospese.

  • Sono sospesi dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle, da parte degli uffici degli enti impositori (Agenzia delle Entrate e Riscossione)


Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa

  • Ai liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla stessa data, iscritti alla Gestione separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600,00 euro.

  • Viene istituito un fondo ad hoc, il ‘Fondo per il reddito di ultima istanza’, da 300 milioni di euro per il sostegno a professionisti ordinisti e altri esclusi dall’indennizzo di 600 euro, per un totale di 500.000 persone. L’indennità di 600 euro è riconosciuta ai collaboratori sportivi, con uno stanziamento di 50 milioni di euro a copertura di una platea di circa 83.000 persone.

 

Indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali e del settore agricolo

  • Ai lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore della presente disposizione, non titolari di pensione e non titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data di entrata in vigore della presente disposizione, è riconosciuta un’indennità una tantum pari a 600,00 euro.

  • Stesso importo anche in favore dei lavoratori dipendenti stagionali del settore agricolo che, alla data del 23 febbraio 2020, abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo.

Disapplicazione della ritenuta d’acconto

  • per professionisti senza dipendenti, con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel periodo di imposta precedente, sulle fatture di marzo e aprile;

Per gli enti del Terzo settore (ONLUS, ODV, APS)

  • Proroga del termine per l'adeguamento di Onlus, Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di promozione sociale alla nuova disciplina del codice del terzo settore al 31 ottobre 2020, nonché anche per le imprese sociali viene prorogato il termine per l'adeguamento alla nuova disciplina del d.lgs. n. 112/17, al 31.10.

  • Proroga del termine di approvazione Bilancio o rendiconto gestionale per cassa al 31 ottobre 2020.

Per le famiglie

Rinvio del pagamento dei contributi per i collaboratori domestici,

  • in scadenza tra il 23 febbraio al 21 maggio, al 10 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni e interessi.

 

Congedo parentale

  • Per l’anno 2020 a decorrere dal 5 marzo, in conseguenza dei provvedimenti di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, e per un periodo continuativo o frazionato comunque non superiore a 15 giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore sia pubblico che privato, collaboratori iscritti alla gestione separata e lavoratori autonomi iscritti INPS, hanno diritto a fruire, per i figli di età non superiore ai 12 anni, di uno specifico congedo, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50% della retribuzione. In alternativa per gli stessi è prevista la possibilità di scegliere un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo 600,00 euro.

  • Per i lavoratori del settore sanitario il bonus arriva a 1000 euro.

Via Roccaromana 22, Roma

Stazione Metro C Teano